L’amaranto comune, una pianta spontanea buona e benefica

L’amaranto comune, una pianta spontanea buona e benefica

L’amaranto comune è una pianta spontanea presente ovunque sul nostro territorio. Dai più viene considerata un’infestante degli orti, vista la sua attitudine a crescere tra le piante coltivate nel periodo primaverile ed estivo. Non tutti, però, sanno che si tratta di una pianta commestibile, usata nell’alimentazione umana e apprezzata per il sapore delicato.
E’ originaria del Sudamerica, ma ormai si è diffusa in tutto il mondo. Nei paesi d’origine vengono coltivate alcune specie dai cui semi si ricava la farina. Questa sta iniziando a sostituire quelle prodotte con i classici cereali, che tanto impoveriscono il suolo. Read more

Articoli correlati

Il calendario lunare di ottobre 2017. Quali lavori fare nell’orto questo mese?

Il calendario lunare di ottobre 2017. Quali lavori fare nell’orto questo mese?

Nell’articolo di oggi parliamo del calendario lunare di ottobre 2017 e dei lavori che conviene fare nell’orto. Il mese di ottobre è uno dei più importanti del calendario agricolo. Giunto a conclusione il ciclo estivo, i lavori si spostano sulle coltivazioni autunnali e sulla preparazione del terreno.
In ottobre giungono a piena maturazione importanti cultivar. Entra nel vivo la raccolta dell’olivo e si completa la vendemmia. Si eseguono, inoltre, le raccolte dei tipici frutti autunnali, quelli del bosco come i funghi e le castagne, e quelli del frutteto, come nocciole, melograni e noci. Read more

Articoli correlati

Il noce. Caratteristiche dell’albero e tecniche di coltivazione

Il noce. Caratteristiche dell’albero e tecniche di coltivazione

Il noce è uno dei più antichi alberi da frutto conosciuti e coltivati dall’uomo. Per le sue dimensioni maestose e la grande longevità, possiamo considerarlo i re degli alberi da frutto.
I suoi frutti si possono consumare freschi o essiccati. Inoltre, possono essere usati per fare dolci, per estrarne l’olio e, quando sono ancora verdi, per fare il famoso liquore nocino.
L’albero di noci ha un grande valore anche per il suo pregiato legno, duro ed eterno. Non a caso è da sempre usato nell’industria mobiliera di alta qualità. Read more

Articoli correlati

Il radicchio, come coltivarlo e quali sono le diverse varietà

Il radicchio, come coltivarlo e quali sono le diverse varietà

Il radicchio è una particolare varietà di cicoria molto apprezzata per le sue qualità organolettiche. Si tratta di una pianta che ha una storia antica. La regione italiana che si è specializzata di più in questa cultivar è il Veneto. Read more

Articoli correlati

L’albero di alloro, come coltivarlo in giardino

L’albero di alloro, come coltivarlo in giardino

L’albero di alloro, conosciuto semplicemente come lauro, è molto diffuso nel nostro Paese. E’ una pianta dall’antica tradizione, impiegata non solo per le mirabili qualità ornamentali, ma anche per le sue proprietà terapeutiche e per gli usi in cucina. Dalle sue foglie è anche possibile realizzare il liquore di alloro, di cui vi abbiamo già parlato in passato. L’alloro può essere coltivato con facilità, essendo una specie molto rustica, che si adatta facilmente alle diverse condizioni pedoclimatiche. Read more

Articoli correlati

Il cavolo nero, come coltivarlo e le caratteristiche della pianta

Il cavolo nero, come coltivarlo e le caratteristiche della pianta

Il cavolo nero, conosciuto anche come cavolo toscano, è un ortaggio a foglia dall’antica tradizione. In particolare, come il nome lascia intuire, è molto legato al territorio della Toscana.
Si tratta di una specie di cavolo molto rustica, facile da coltivare. E’ molto resistente alle basse temperature e ha una raccolta prolungata nel tempo. Per questi motivi è una specie ideale per essere coltivata negli orti familiari.
Scopriamo dunque le caratteristiche salienti di questo particolare ortaggio. Read more

Articoli correlati

Il cavolo verza. Ecco come coltivarlo nell’orto domestico

Il cavolo verza. Ecco come coltivarlo nell’orto domestico

Il cavolo verza è un ortaggio a foglia coltivato soprattutto nei mesi autunnali e invernali. Seguendo gli opportuni accorgimenti è un ortaggio molto facile da far crescere. Viste le notevoli dimensioni che un cavolo verza maturo può raggiungere, bastano anche poche piante per avere grandi soddisfazioni. Proprio per questo motivo è un ortaggio ideale per essere coltivato nell’orto domestico, anche dai più inesperti.
Il suo utilizzo in cucina è molto versatile. Può essere infatti consumato crudo, oppure come base per ricette tipiche della tradizione regionale. Read more

Articoli correlati

Come coltivare sedano da foglie e da coste

Come coltivare sedano da foglie e da coste

Coltivare sedano è una pratica molto diffusa tra gli orticoltori domestici. La pianta è una delle aromatiche più usate e versatili in cucina. Si consuma tal quale, in una semplice insalata, ma può anche condire minestre, zuppe e quant’altro.
La coltivazione del sedano avviene in diversi periodi dell’anno, ma, più in generale, va da primavera a fine autunno.
Vediamo quali sono le caratteristiche delle diverse varietà, che si distinguono, per la maggiore, in sedani da foglie e da coste. Read more

Articoli correlati

L’albero di giuggiole, coltivazione e caratteristiche

L’albero di giuggiole, coltivazione e caratteristiche

L’albero di giuggiole è originario della Cina, ma ha una lunghissima tradizione anche in Italia. A testimonianza di ciò, basti pensare ai molti nomi dialettali che questo frutto ha nel nostro Paese: zizzola, zinzuli, scicula e altri ancora.
Le giuggiole, in generale, sono molto amate, sia per il loro gusto particolare, che per le loro proprietà terapeutiche. Read more

Articoli correlati

La coltivazione del mandorlo

La coltivazione del mandorlo

La coltivazione del mandorlo nel nostro Paese ha un’antica tradizione.
E’ una coltura arborea originaria dall’Asia Centrale, che fu introdotta in Sicilia ad opera dei Fenici, in tempi assai lontani. Dall’Italia, poi, si diffuse in tutti i paesi del Mediterraneo, in particolare in Spagna e Francia. Furono gli Spagnoli a far sbarcare l’albero di mandorle in America, precisamente nel XVI secolo. Read more

Articoli correlati