La pacciamatura naturale dell’orto con la paglia. Vantaggi e svantaggi

Oggi parliamo più approfonditamente di pacciamatura naturale dell’orto. Per farlo ci concentreremo sulla tecnica più usata: la pacciamatura con la paglia. Per pacciamatura si intende la pratica di spargimento del pacciame sul terreno. Questa azione è utile a tutelare le nostre piante da gelo, insolazione ed erbe infestanti.
Si tratta di una tecnica di coltivazione indispensabile per rendere il nostro orto davvero biologico. Quando specifichiamo che intendiamo parlare di pacciamatura naturale intendiamo dire, ovviamente, che il pacciame scelto è di origine naturale. Come per l’appunto la paglia.

La pacciamatura naturale per il controllo delle erbe infestanti

La pacciamatura naturale è utile per la protezione termica delle nostre piante. Come detto protegge dal gelo, dal caldo eccessivo, dà modo al terreno di preservare più a lungo il giusto grado di umidità. Ma ogni contadino, qualsiasi siano gli ortaggi che decide di piantare, sa quanto sia importante riuscire a controllare il proliferare delle erbe infestanti (se avete un terreno ancora da preparare, ricoperto da erbe infestanti, potete dare un’occhiata a questo articolo). Questo per due principali ragioni: primo, la vegetazione spontanea per svilupparsi toglie energia ed elementi nutritivi al terreno dove crescono le nostre piante. Secondo, alcuni tipi di erbe infestanti sono i principali vettori di parassiti e malattie, che possono mettere a rischio il nostro orto.

In agricoltura biologica la parola chiave è prevenzione, in poche parole bisogna creare le condizioni giuste di coltivazione affinché un effetto negativo non si verifichi.

Pacciamatura naturale dell’orto con la paglia

Esistono diversi tipi di pacciamatura naturale dell’orto, a seconda del materiale che scegliamo di utilizzare.
Il pacciame naturale maggiormente utilizzato in agricoltura biologica è la paglia.
Si tratta appunto di applicare sul terreno dove si mettono a dimora le colture, proprio della paglia. Il semplice posizionamento di questo materiale limita la crescita delle erbe infestanti. Questo risolve alla base buona parte dei problemi che una piantina può incontrare durante il suo sviluppo.

Pacciamatura naturale orto con paglia-pomodori
Coltivazione di pomodori pacciamata con la paglia

Vantaggi della pacciamatura naturale

L’applicazione della pacciamatura naturale con la paglia lungo il filare di crescita delle piantine, consente di ridurre del 80-90% la crescita delle erbacce, facendolo in maniera completamente naturale. Inoltre, questa tecnica consente di ridurre il consumo idrico. La paglia infatti mantiene il terreno più umido e al riparo dal sole diretto. Cosa più importante, però, è che questo pacciame riduce il rischio degli attacchi di parassiti che proliferano nelle infestanti. Questo permette fin da subito una crescita sana ed ecologica della pianta.

Altri insetti invece, come la dorifora della patata o l’altica della bietola, vivono nel terreno.
L’applicazione dello strato di pacciamatura naturale rende difficile l’accesso alle parti aeree delle piante. Pacciamando, dunque, creeremo una vera e propria barriera naturale contro questi insetti.

Altro vantaggio agronomico è che la pacciamatura naturale dell’orto con la paglia, una volta terminato il ciclo di coltivazione, sarà lavorata con il terreno. Così facendo quest’ultimo sarà arricchito di materia organica, indispensabile per mantenere elevati i livelli di fertilità del suolo senza utilizzare concimi chimici.

Qual è il periodo giusto per applicare la pacciamatura naturale?

L’applicazione della paglia (o di altri materiali biologici) andrebbe fatta non appena la nostra coltura inizia a delineare la sua forma. In sostanza le piantine non devono essere troppo piccole. E’ necessario infatti che abbiano l’altezza minima per prendere la giusta luce.

Pacciamatura naturale orto con paglia-bancale di prezzemolo
Bancale di prezzemolo pacciamato con la paglia

Svantaggi della pacciamatura naturale con la paglia

Lo svantaggio di questa tecnica di pacciamatura dell’orto è purtroppo di natura economica. A meno che non si abbiano a disposizione grandi quantitativi di materiale organico (paglia, foglie secche, corteccia). Se le dimensioni del vostro orto iniziano a superare i 500 mq, infatti, il costo del materiale inizia a diventare eccessivo. In questo caso potrebbe essere conveniente un altro tipo di pacciamatura: quella con i teli.



Potrebbe interessarti anche


4 thoughts on “La pacciamatura naturale dell’orto con la paglia. Vantaggi e svantaggi

  • 13 settembre 2016 at 20:30
    Permalink

    Io o a disposizione foglie di quercia e di castagno potrebero andare bene per la pacciamatura.

    Reply
  • 5 giugno 2017 at 18:59
    Permalink

    Buongiorno, a proposito vi volevo chiedere una cosa… Ho trapiantato dei peperoni in campo, una fila su telo e quella vicino ho provato con la paglia… a distanza di qualche giorno quella sulla paglia, nonostante abbiano ricevuto stessa acqua, sono molto più gialle e stentate delle altre. Potrebbe essere un fattore di riflessi della luce visto che il nero assorbe mentre i colori chiari riflettono?

    Reply
    • 6 giugno 2017 at 8:35
      Permalink

      Guarda, in teoria dovrebbe essere il contrario, perché il telo riscalda eccessivamente a volte, può darsi che sia una differenza, seppur lieve, di terreno.

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche